Patrocini

patrocini2

Numeri: squadre PS 2017

Squadre
0

Numeri: paesi PS 2017

Paesi presenti
0

Numeri: atleti partenti PS 2017

partenti
0

Numeri: Atleti arrivati PS 2017

Arrivati

Numeri: KM

Km
0

Numeri: Persone coinvolte

Persone coinvolte
0

Numeri: Visuals

Visuals
0

Numeri: Testate giornalistiche

Testate giornalistiche
0

La storia

PS HD

La tradizione ciclistica di Sovizzo affonda le proprie radici nell'immediato Dopoguerra, consolidandosi negli anni Sessanta quando un gruppo di appassionati dà vita all'Unione Ciclistica Sovizzo, iniziando a organizzare gare ufficiali. Nel 1972 vede la luce la manifestazione per dilettanti - vinta quell'anno dal vicentino Lino Cornale - che inizialmente si chiamava “Gran Premio Industria Commercio e Artigianato” per essere rinominata, successivamente, la “Piccola Sanremo” in virtù della somiglianza con la blasonata Milano-Sanremo. Il percorso si caratterizza da tratti pianeggianti della campagna vicentina, alternati dai saliscendi sulle colline dei Lessini, sviluppando un tracciato distribuito in due circuiti, prima con lo strappo di Monteviale e oggi con la salita di Vigo.

Depliant 52 PS bozza 5 trascinato

A metà degli anni Ottanta la "Piccola Sanremo" diventa internazionale, aprendo le porte a squadre straniere: i primi Paesi a raccogliere l'invito della corsa vicentina sono Svezia e Norvegia, cui ben presto seguono Polonia, Germania, Austria e Inghilterra. Nel 1996 la "Piccola Sanremo" entra nel calendario Nazionale, appena istituito. 

2

Dal 2002 la partenza della competizione viene disposta nel centro storico della Città di Vicenza; dal 2010 ad oggi, invece, la bandierina del via viene abbassata nella bellissima cornice della settecentesca Villa Cordellina Lombardi di Montecchio Maggiore, mentre la presentazione ufficiale della manifestazione dal 2007 ha come teatro la cinquecentesca Villa Curti di Sovizzo.

Negli anni ha aumentato la sua qualità organizzativa e tecnica e dal 2006 è stata scelta dal CT della Nazionale per definire la rosa degli azzurri.


VINCITORI

Molti grandi interpreti delle due ruote hanno scritto il proprio nome nell'albo d'oro della "Piccola Sanremo" e impresso il proprio sigillo su quella che, negli anni, si è confermata una vera e propria corsa-monumento per dilettanti. 

3

Tra i vincitori figurano Bruno Cenghialta nel 1980 e Flavio Chesini con l'unica doppietta nel 1984 e 1985. "El Diablo" Claudio Chiappucci salì sul podio nel 1984 e Patrik Serra nel 1985.

Nel 1989 fu il turno di Marco Toffali e negli anni novanta si diedero battaglia sulle strade sovizzesi i vari Algeri, Chesini, Bontempi, Baldato, Rebellin, Simoni, Di Luca, Pellizotti, con l’ultima vittoria vicentina che porta la firma di Andrea Tozzo nel 1990.

Nel ‘91 si impose Mauro Bettin che, sul rettilineo d'arrivo, bruciò Denis Zanette e Gianluca Gorini. Nel 1996 Marzio Bruseghin vinse in perfetta solitudine in maglia Zalf Désirée Fior, compagine che l'anno successivo colorò l'intero podio di bianco-rosso-verde grazie a Ivan Basso, Matteo Frutti e al Campione del Mondo Giuliano Figueras.

4

A questi trionfi seguirono quelli di Paolo Bossoni nel 1998, medaglia d'argentoAlessandro Ballan nel 2001 e Campione del Mondo a Varese nel 2008, Mirco Lorenzetto nel 2003, con il contestato arrivo del 2006 caratterizzato da un impressionante testa a testa tra Davide Tortella e Devid Garbelli.

Negli ultimi anni spiccano i successi di Sacha Modolo (2008), Enrico Barbin (2012) e a seguire Davide Formolo e l'attuale professionista Fabio Aru (Campione Italiano Elite 2017), Iuri Filosi (2014) e Simone Consonni (2015).

A ipotecare la 50a edizione nel 2016 è stato Nicola Bagioli, nel 2017 le braccia levate al cielo sono state quelle di Andrea Toniatti mentre, nel 2018, la vittoria di Filippo Rocchetti, in maglia Colpack, e a seguire Francesco Romano e Christian Scaroni, podio di eccellenza con 3 vittore ciascuno nel 2018.

Main Sponsor

loghi 2017